Ufficio Programmazione Economica, Centro Elaborazione Dati e Statistica

Bollettino di statistica IV trimestre 2011 (ottobre‐dicembre 2011)

Popolazione
A dicembre 2011 la popolazione residente risulta pari a 32.193 unità, di cui 15.808 maschi (49,1%) e 16.385 femmine (50,9 %).
Si assiste ad un incremento annuale ormai costante del 1% (a dicembre 2010 la popolazione residente era pari a 31.888 unità).
La popolazione presente ammonta a 33.376.
I matrimoni celebrati, ove almeno un coniuge è cittadino sammarinese, da gennaio a dicembre 2011, sono stati 205, di cui 81 (39,5%) celebrati con rito religioso, 119 (58%) con rito civile e 5 (2,4%) con rito non specificato.
Le famiglie ammontano a 13.870 unità, con un numero medio di componenti pari a 2,31.
Territorialmente 10.473 abitanti sono residenti a Serravalle, anche se il maggior incremento di popolazione rispetto a dicembre 2010 (+129) si è registrato a Borgo Maggiore 6.507, poi a Domagnano 3.211(+107), a Serravalle (+81), ad Acquaviva 2.089 (+41), a Fiorentino 2.509 (+3), a Faetano 1.183 (+2), mentre Chiesanuova 1.063 (‐ 8), Montegiardino 900 (‐13) e San Marino 4.258 (‐36) sono gli unici tre castelli della Repubblica ad aver subito un decremento.

Imprese
Il totale delle imprese presenti ed operanti in Repubblica, a dicembre 2011, è pari a 5.938 unità, ‐ 5,6% su dicembre 2010.
La maggior parte dei settori registrano un decremento numerico, ma il picco negativo si raggiunge nel settore “Attività immobiliari, informatica e servizi alle imprese”, con una variazione di ‐174 unità da dicembre 2010 a dicembre 2011, pari al ‐ 11,1% seguito da “Industrie manifatturiere” (‐62 unità pari al ‐10,8%), da “Commercio” (‐56 unità pari al ‐3,6%) e da “Costruzioni e impianti” (‐22 unità e ‐5,2%).
Da segnalare il decremento nei settori “Attività finanziarie” con ‐12 unità (‐11,1%) e “Trasporti e comunicazioni” con ‐15 unità (‐7,9%).
A dicembre 2011 la forma giuridica più diffusa è quella societaria con 3.208 unità ‐347 unità rispetto a dicembre 2010, sono inoltre presenti 505 imprese artigianali (‐19), , 173 imprese industriali (‐3), 447 imprese commerciali (–2), 738 attività libero professionali (+23); le cooperative sono 74 e i consorzi 8.

Turismo
L’anno 2011 ha registrato un afflusso turistico pari a 2.038.359 visitatori (+3,1% rispetto al 2010); rispetto al 2010, il mese di dicembre si è rivelato molto positivo con un +24,1% seguito da ottobre (+14,3%), luglio (+8,0%) e giugno (+7,5%); maggio è il mese che ha segnato il maggior valore negativo, pari al ‐9,5%.

Trasporti
A dicembre 2011 il totale di veicoli circolanti in Repubblica è di 55.693, mentre i veicoli immatricolati nel 2011 sono complessivamente 4.037 (‐350 rispetto al 2010): di cui 2.968 sono autoveicoli (‐216), 1.545 nuovi e 1.423 usati, 774 sono cicli e motocicli (‐ 74) e 295 sono mezzi di lavoro (‐60).

Occupazione / disoccupazione
A dicembre 2011 le forze di lavoro complessive sono pari a 22.050 unità di cui 12.336 maschi (55.9%) e 9.714 femmine (44.1%); rispetto a dicembre 2010 si evidenzia un decremento di 337 unità (‐ 1,5%).
I lavoratori dipendenti sono 19.003 (86,1% della forza lavoro), 1.932 sono lavoratori indipendenti (8,8%) ed infine 1.115 sono i disoccupati totali (5,1%), di cui 787 sono disoccupati in senso stretto.
I lavoratori dipendenti del settore privato (15.006 unità, di cui 8.956 maschi e 6.050 femmine ) da dicembre 2010 a dicembre 2011 sono diminuiti complessivamente di 443 unità (‐ 2,9%); la diminuzione più consistente risiede principalmente nel settore “manifatturiero” (‐ 278), seguito dal settore “costruzioni e impianti” (‐141).
Nel Settore Pubblico Allargato i lavoratori sono 3.997 (‐26 rispetto a dicembre 2010), di cui 2.343 femmine e 1.654 maschi.
Le diminuzioni più consistenti si sono registrate nella Pubblica Amministrazione (‐31).
A dicembre 2011 i disoccupati totali ammontano a 1.115 unità (+137 rispetto a dicembre 2010); di questi, 787 sono disoccupati in senso stretto (+186 rispetto a dicembre 2010), ovvero coloro che si rendono immediatamente disponibili ad entrare nel mondo del lavoro.
Per questi ultimi, in particolare, la fascia di età che conta il maggior numero di disoccupati è quella dai 20 ai 29 anni, così come per i disoccupati totali.
Per entrambe le categorie di disoccupati il titolo di studio prevalente è la licenza media inferiore.
La percentuale di disoccupati laureati è di circa il 14,3%, per i disoccupati totali (159 unità) mentre per quelli in senso stretto è il 11,6% con 91 unità.

Prezzi
L’indice generale dei prezzi al consumo a San Marino nel mese di dicembre 2011 è risultato pari a 106,21, con una variazione rispetto a dicembre 2010 del +3,1%.
La variazione rispetto al mese di novembre 2011 è stata del +0,3%.
Come si evince dalla tabella pubblicata di seguito, il settore “Comunicazioni” ha subito un considerevole decremento, dovuto alla forte riduzione delle tariffe del principale gestore di telefonia mobile in Repubblica.

Cassa integrazione guadagni
Nel periodo gennaio/ottobre 2011, 521 aziende hanno fatto ricorso alla CIG (complessivamente 2.189 ricorsi con una media di 219 ricorsi mensili) con un totale di 597.654 ore liquidate per un importo pari a 5.642.902 euro.
Nello stesso periodo del 2010 sono state registrate 495 aziende che hanno fatto ricorso alla CIG (complessivamente 2.286 ricorsi con una media di 229 ricorsi mensili) con un totale di 766.294 ore liquidate per un importo pari a 7.452.621 euro.
Relativamente alle cause, l’incidenza delle situazioni temporanee di mercato, in termini di ore liquidate, nel periodo gennaio ‐ ottobre 2011 è pari al 63,1%, mentre nello stesso periodo del 2010 è stata pari 64,0%.
In particolare, nello stesso periodo del 2011, l’industria manifatturiera è il ramo di attività economica che ne ha fatto più ricorso, con 334.075 ore liquidate che corrispondono al 55,9%.

Qui il documento completo in versione pdf

Ufficio Programmazione Economica, Centro Elaborazione Dati e Statistica