ECONOMIC FORUM

Karpacz – Polonia 8 settembre 2022

Affrontare le correnti sfide internazionali equivale ad affrontare la più rilevante transizione energetica degli ultimi cinquanta anni ma anche reimmaginare le catene del valore internazionali in un’ottica strategicamente più resiliente e sostenibile.

Alcuni dei temi più rilevanti affrontati nei circa 400 panel succedutisi durante la tre giorni a Karpacz, al più rilevante Forum Economico dell’Europa centro-orientale, sono stati proprio il “reshoring” delle attività produttive precedentemente delocalizzate in mercati lontani, la “regionalizzazione” economica e politica - quale nuova fase della post-globalizzazione o di globalizzazione 2.0, ed anche di una Unione Europea difronte ad un bivio: molto più coesa e determinante nello scenario internazionale oppure sulla via definitiva del tramonto.

Gli interventi del Segretario di Stato per l’Industria Fabio Righi, al Panel sulle strategie per supportare le PMI, e del Direttore Generale di ASE-CC, al Panel sulle strategie per attrarre Investimenti Diretti Esteri, hanno stimolato riflessioni sul ruolo delle piccole giurisdizioni nello scenario fortemente dinamico di questi anni e l’interesse verso un Paese, San Marino, particolarmente interessante per l’agilità nel creare un ecosistema di regole e servizi favorevoli ad imprese in settori innovativi ed in rapida trasformazione quali, ad esempio, quello dei digital services e quello tecnologie funzionali alla transizione energetica, ma anche a tutti i prodotti legati alla salute e al benessere.

Numerosi gli incontri con grandi aziende multinazionali, esperti ed organizzazioni provenienti da circa 60 Paesi, oltre 4.000 persone, all’insegna di uno spirito di confronto e di volontà di collaborare in maniera autentica, efficace e rapida… per contrastare l’onda anomala degli eventi prima pandemici poi militari che hanno stravolto il mondo e ancora più intensamente l’Europa.

L’Agenzia per lo Sviluppo Economico – Camera di Commercio di San Marino, in delegazione con la Segreteria di Stato per l’Industria, ha rappresentato il Paese al 31° Economic Forum in Karpacz e ha contribuito ad ampliare la platea di “amici” della piccola Repubblica.